Romanzi
Pubblicato il

Ti ho trovato fra le stelle

L’articolo è in collaborazione con..

Onceuponatimeabooklove!

Seguila su Instagram!

 

 

Ti ho trovato fra le stelle

Titolo: Ti ho trovato fra le stelle

Autore: Francesca Zappia

Editore: Giunti Editore

Pagine: 352

 

Scopri il libro su Amazon

 

L’autrice

Francesca Zappia, è americana e vive a Indianapolis. Quando scrive, le piace dare un volto ai suoi personaggi disegnandoli. Negli Stati Uniti, la sua voce profonda e potente ha raccolto moltissimi consensi di pubblico e critica, attirando anche l’attenzione di John Green, suo concittadino.

Francesca è attivissima sui social, scrive e pubblica regolarmente su Tumblr, Wattpad e Twitter.

 

Trama

Nel mondo reale, Eliza Mirk è una ragazza timida e solitaria, la strana della scuola. Online, è Lady Constellation, autrice anonima di un webcomic seguito da milioni di follower. Il computer è la sua tana del Bianconiglio, internet è il suo paese delle meraviglie… Eliza è felice così, la sua web community la fa sentire amata e parte di qualcosa di importante, il mondo reale non le interessa.

Poi a scuola arriva Wallace, un ragazzo che scrive fanfiction e non parla con nessuno, ma decide di aprirsi proprio con lei. Insieme a Wallace, Eliza scopre che anche la vita offline vale la pena di essere vissuta. Ma quando accidentalmente la sua identità segreta di Lady Constellation viene svelata al mondo, tutte le sue certezze – online e offline – vanno in frantumi.

Un romanzo vibrante e intenso, perfetto per i fan di John Green. Una struttura narrativa unica, che combina fiction, fanfiction e fumetto.

”Link” è una nuova collana dedicata ai teenager di oggi, ragazzi molto giovani che osservano il mondo che li circonda con gli occhi di chi è perennemente connesso: tecnologia, social e nuovi trend, per utilizzare le informazioni e la cultura con diverse modalità di fruizione, con uno sguardo più fluido e sempre proiettato verso il futuro.

 

Commento

Lei: Eliza Mirk è una ragazza timida e solitaria, la strana della scuola. Per tutto il mondo è anche nota come Lady Constellation.

Lui: Wallace, un ragazzo che scrive fanfiction e non parla con nessuno, ma decide di aprirsi proprio con lei.

È un periodo che adoro questi romanzi per ragazzi. Queste storie di realtà che possiamo anche considerare come vere. Non so se vi è mai capitato ma io immagino seriamente queste persone in qualche parte del mondo. So che non ci sono ma mi piace pensare che l’autore/autrice si sia ispirato a qualcuno che esiste davvero.

La storia di Eliza è una storia di una ragazza adolescente con un grande talento. Cresce in una famiglia che non le fa mancare nulla. Ha due genitori un po’ fissati con le attività sportive, due fratelli minori che pensa la odino, e un cane enorme e peloso. Ma la sua vita non è questa. La sua vita sono il web e il suo fumetto. Perché vedete, lei creerà un mondo che verrà seguito da milioni di persone. Non so se riuscite ad immaginare l’enormità del suo lavoro.

 

Non ho creato Mare di Mostri perché diventasse un fenomeno, l’ho fatto perché era la storia che volevo. E continuo a farlo perché c’è qualcosa dentro di me che mi preme sul cuore e mi dice di andare avanti. Sono venuta sulla Terra per creare questo, per me e per i miei fan. Questa storia. È mia ed è mio dovere farla venire al mondo. Vi sembro presuntuosa? Non mi importa. È la verità.Ti ho trovato fra le stelle

 

Sapete, quando ho letto ed immaginato questa ragazzina chiusa nella sua stanza, a disegnare per ore ed ore, ho subito pensato: “Ma perché non capisce che sta sottraendo ore importanti per vivere davvero? Perché non capisce che dietro questo schermo non ci sono persone reali?”. Beh, non è così. Dietro quello schermo ci sono persone, buone o cattive, solitarie o circondate da persone, ma pur sempre persone. Che crederanno in lei, e che troveranno in questo mondo fantastico una sorta di distacco dalla realtà. Eliza, senza saperlo non aiuterà solo sé stessa e la sua arte, ma anche milioni di persone.

 

Interagire con lui sarebbe molto più semplice se sapesse chi sono davvero. Avrei il controllo di ogni incontro. Di ogni gesto e parola tra noi due. LadyConstellation è una dea che crea le correnti del suo mondo. Eliza Mirk è un pesciolino che da quelle correnti viene trascinato via, senza neanche poter vedere dove lo stanno portando. LadyConstellation dovrà attendere. Per ora, almeno con Wallace, dovrò farmi bastare Eliza Mirk.Ti ho trovato fra le stelle

 

La bellezza di questa ragazzina mi ha toccato nel profondo. Si sentirà così poco bene nei suoi panni da davvero commuovere. Si sentirà troppo impacciata, troppo timida, troppo brutta, troppo triste, troppo tutto. E invece sbaglierà completamente tutto. Perché lei è così meravigliosa. Semplicemente è diversa. Non ama correre, giocare a football, vestirsi alla moda, o scalare montagne, ma chi se ne frega?

Ha talmente tante cose da dare e dire. Sono solo gli altri che non capiscono quanto valga e quello di cui realmente ha bisogno. E questo appoggio lo troverà in Wallace. Poi successivamente dai temuti ‘fratelli perfetti’. Solo alla fine, ma non completamente, dai suoi genitori.

 

Gli do un altro spintone. Lui mi prende i polsi e si porta le mie mani al petto. Siamo già vicinissimi, non devo far altro che alzare il mento. E di nuovo, lui mi viene incontro a metà strada. Questo bacio è più profondo, più lungo dell’altro. Ho il viso in fiamme, ma resto ferma dove sono. Mi sono nascosta abbastanza. Mi nascondo tutto il giorno dai compagni, dai miei genitori, dai miei fratelli, perfino dai miei amici. Sto nascondendo LadyConstellation agli occhi di Wallace, mascherandola da Eliza Mirk, è vero. Ma non è LadyConstellation che sta baciando in questo momento. È Eliza. Sono io. E non voglio più nascondere questa parte di me. Mai più.Ti ho trovato fra le stelle

 

In questo romanzo siamo proprio davanti ad una sorta di maturazione. Una specie di viaggio in cui alla fine Eliza prenderà consapevolezza che lei non è il mondo, e che non deve prendersi il peso di tutto. Non deve nascondere chi è realmente. E che è meravigliosa così com’è. Ho davvero adorato questo romanzo. Questo personaggio così fragile e dolce allo stesso tempo mi ha rapita. E quindi non posso far altro che consigliarvelo! Quindi mi raccomando leggetelo davvero…

 

«È normale fare incubi se si è stressati, sì. Ho conosciuto altri artisti che hanno avuto manifestazioni simili: non sentirsi degni della propria opera, senso di colpa nei confronti di un lavoro incompleto, ansia per il costante tentativo di individuare e soddisfare il desiderio dei fan… Ma questo non significa che sia sempre sano. Eliza, il tuo valore come persona non dipende da ciò che riesci a creare né da quello che le altre persone pensano in proposito».
«E allora da cosa dipende? Cos’altro c’è che possiamo lasciare come eredità?»
«Tu credi che le persone che valgono di più siano quelle che si distinguono nel loro campo?»
«Be’…»
«Mettiamola così: i tuoi fratelli sono degli sportivi, giusto?»
«Sì».
«Se perdono una partita, non rischiano forse di perdere anche i tifosi?»
«Immagino di sì».
«E questo rende le loro vite meno degne rispetto a chi vince sempre?»
«Certo che no. Sarebbe ridicolo. È solo un gioco».
«E loro potrebbero dire lo stesso di Mare di Mostri. È solo un fumetto».
«È diverso».
«Rimarresti a bocca aperta se scoprissi quanto sia poco netta, in realtà, la linea di demarcazione tra arte e sport: alcuni artisti considerano la propria arte una disciplina, e molti atleti considerano il proprio sport un’arte. Dal mio punto di vista posso dire che tendiamo a dare un valore molto alto alle cose cui teniamo, ma a volte non ci soffermiamo a guardare il quadro nel suo insieme. Tu riesci benissimo a vedere chi sono i tuoi fratelli, a separare il loro valore da quello che fanno e dai risultati che raggiungono, ma non riesci a fare altrettanto con te stessa».
«Be’… forse no».
«Il valore di una persona non si basa su prove tangibili. Non c’è un test per misurarlo, né una scala di valutazione. Ognuno ha la propria idea di ciò che significa. Ma posso dirti che Mare di Mostri non è la misura del tuo valore, Eliza. Il fatto che tu lo finisca o meno non stabilirà il tuo diritto a vivere o la tua condanna a morte».

 

Voglio anche fare i miei complimenti alla casa editrice per la meravigliosa copertina, e per la grafica usata per l’impaginazione del romanzo. Disegni meravigliosi, che neanche tra un milione di anni sarò in grado di realizzare.

 

Voto libro:   

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *