Romanzi rosa

Oltre i confini: anime innocenti

In collaborazione con..

ddggfdg

Articolo scritto da

Lettrice per passione!

 

 

Seguila su Instagram!

Segui il suo blog!

 

Oltre i confini: anime innocenti

Prezzo: Vedi su Amazon.it

Titolo: Oltre i confini: anime innocenti

Autore: Elena d’Arcangelo

Editore: Genesis Publishing

Pagine: 244

Scopri il libro su Amazon

 

Trama

Sapete cos’è realmente l’amore e cosa significa amare? Amare significa superare qualsiasi difficoltà, qualsiasi ostacolo. D’altronde si sà, la vita non è una passeggiata, non è sempre rosa e fiori. E’ una sfida da superare insieme alle persone che scegliamo di avere accanto. L’amore è anche una scelta, la scelta di affidarsi a qualcuno.

La storia tra Clara e James non è una storia come tutte le altre. Il loro è un amore puro, coltivato negli anni. Purtroppo però la vita non è mai come ci si aspetta e i due innamorati finiranno per dividersi per anni, per poi ritrovarsi. Entrambi dovranno lottare per il loro amore. Una storia d’amore che va altre quasiasi difficoltà, oltre i confini.. riusciranno Clara e James a rimanere insieme?

 

Commento

Il genere del romanzo di cui vi sto per parlare, non rientra appieno tra i miei gusti di lettura (come sapete, il genere rosa non è tra i generi che preferisco). Devo ammettere però che, non appena ho iniziato a leggere le prime pagine di questo libro, sono stata catturata da una forza magnetica tale da non riuscire quasi a fare a meno di questa storia. Ma andiamo con ordine.

Oltre i confini: anime innocenti. Voglio iniziare esaminando questa frase. Secondo me, niente di più azzeccato per descrivere il contenuto del romanzo. James e Clara sono due amici per la pelle, due ragazzi da sempre insieme che hanno assistito ai cambiamenti del proprio corpo, ai mutamenti che hanno tolto le sembianze di bambini per dargli quelle di uomo e donna. Accanto a questi cambiamenti esteriori, si sentono mutare anche i sentimenti che provano l’uno nei confronti dell’altra e viceversa. Qual è il confine che delimita l’amore dall’amicizia? E’ quello che cercano di capire i due protagonisti. Un confine che non è semplice da individuare perché subentrano molte altre emozioni, prima fra tutte la paura. Paura di esporsi, paura di compromettere o, addirittura, distruggere, tutto quello costruito fino a quel momento.

 

E’ una storia d’amore e come tale è un percorso composto non solo da vittorie per gli step raggiunti, ma anche di perdite, di spintoni di altri avversari che fanno di tutto per buttarti fuori pista e per non farti raggiungere il traguardo finale. E come ogni gara devi lottare, devi sforzarti di correre nonostante il dolore, lo sconforto e gli imprevistiElena d'Arcangelo

 

La storia descritta rappresenta una delle tante storie di amore tra vecchi amici, tra i “banchi di scuola”. E’ questo, a mio parere, che costituisce il punto di forza del romanzo. La consapevolezza che quelle stesse emozioni, quelle stesse esperienze possano capitare ad ognuno di noi, anche con tempi e luoghi diversi (per chi, come me, ha passato i tempi del liceo da parecchio).

Un’altra parola chiave per descrivere questo romanzo è: fraintendimenti. Posso dire che i fraintendimenti dei due ragazzi predominano buona parte del racconto. Gesti a cui viene dato un significato diverso da quello reale, parole che vengono interpretate in altro modo da quello che effettivamente è.

Nonostante siano presenti molti dialoghi, la scorrevolezza del racconto rimane molto fluida e riesce a conferire al lettore quell’intrigo che lo fa andare avanti fino all’ultima pagina.

La cosa che mi ha più colpito di questo romanzo è la presenza di profonde riflessioni. Sono, cioè, presenti delle frasi effetto: quelle frasi che inevitabilmente ti portano a fermarti un attimo a pensare a quanto appena letto. Ad esempio, quasi all’inizio del libro si trova:

 

Mio padre dice che siamo il frutto dei nostri sbagli e delle nostre scelte.Oltre i confini: anime innocenti

 

Ho trovato questo aspetto molto importante, perché, l’autrice, con la sua giovane età, è riuscita a toccare punti profondi dell’anima del lettore, segno, questo, di una grande sensibilità e capacità empatica.

Il romanzo, però, non racconta solo la storia d’amore tra James e Clara, ma tratta una tematica sociale molto più intensa e profonda, che purtroppo oggi se ne sente parlare troppo spesso. Non vi dico di cosa sto parlando perché non voglio svelarvi molto e vorrei invitarvi a scoprire di cosa si tratta. Posso solo dire che aiuta a far riflettere molto, andando oltre i pregiudizi, i preconcetti e i falsi moralismi.

Concludo dicendo che è un libro che merita di essere letto ed assaporato. Lo consiglio a chi sta vivendo gli anni dei protagonisti, che potrebbe trovare aiuto o riscontro tra le pagine, sia a chi (come me) quegli anni li ha passati da un po’ ma che vuole ricordare e rivivere quei momenti, non dimenticando mai che la vita è una continua giostra di momenti belli che si alternano a momenti difficili, ma che ruota con la consapevolezza che al prossimo giro si potrà sempre ricominciare.

 

Voto libro:   

Condividi!

Un pensiero su “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *